Nella primavera del 1979 frequento il laboratorio di ricerca teatrale di Alessandra Borsetti Venier.
Al termine del quale partecipo alla realizzazione della performance "Il Ka delle mummie spettro perpetuo da cui si irradia l'eros" che viene presentato nel mese di giugno presso la Galleria dell'Indiano a Firenze.
Nella documentazione che accompagna lo spettacolo Miranda a proposito dei legni scrive:

E'studiare tutte le forme e tutte le possibili combinazioni di struttura.

E' inventare dei mezzi (semplici bastoni di legno) che con esso interagiscono, levigandolo, plasmandolo, innalzandolo fino ad una gradibilitā.

E' far rivivere la casualitā, l'imprevisto, l'imponderabile, lo sconosciuto.

E' dare l'immagine astratta e reale mai desiderata dell'uomo nell'altro da se.

E' La materializzazione del movimento nello spazio, dentro un tempo fisso.

E' essere in un presente pieno dove la mancanza č qualcosa al di lā che non mi riguarda.

 

 

 

 

 

homepage    return    testi    1975 - 1976 - 1977 - 1978  - 1979