Comune di Prato
Circoscrizione Sud
presentano

Domenica 1 Ottobre
ore 15.00
presso la frazione di Paperino
Piazza Ponzecchi

Ambiente in Festa 2006
Seconda giornata sul tema del riciclaggio


In collaborazione con:
Assessorati all'Ambiente
Protezione Civile
Urbanistica
A.S.M.
GIDA s.p.a.
CONSER
e associazioni ambientaliste

Dalle ore 15.00 alle ore 19.00

"Quando l'ecologia diventa arte"

Performance di Ivano Vitali 
con gomitoli, abiti e arazzi
realizzati con la carta dei giornali
Ivano Vitali trasforma la carta stampata, e in particolare quotidiani e riviste, in abiti; sono pezzi unici ottenuti dal riciclo di uno dei materiali più poveri, la carta di giornale. Opere molto delicate che si possono mostrare o indossare ma non portare, perchè non si possono esporre alla pioggia o al sole, oppure lavare e stirare. Abiti preziosi, ottenuti utilizzando procedimenti lunghi e con tecniche e strumenti tradizionali quali i ferri da maglia, l'uncinetto, il telaio.
Le pagine strappate a strisce, vengono attorcigliate e trasformate in fili lunghissimi e forti per poi venire aggomitolate. Se entrate ad "art nest", via delle Ruote, 23 rosso Firenze, trovate gomitoli piccoli e grandi, di filo fine e grosso. Strisce di carta ritorte e riunite a mano una dopo l'altra senza uso di forbici o colla. Il lavoro fatto a secco, senza acqua cioè, permette a chi si avvicina, di leggere parole e lettere dei giornali usati. L'aspetto rigido dei manufatti ricorda la corteccia dell'albero più che un tessuto tradizionale.
Che l'ecologia sia l'idea portante dell'arte di Ivano si coglie anche dal notare il suo rifiuto per l'uso del colore aggiunto.
Gli abiti sono quindi riconducibili alla testata del giornale usato: il rosa de "La gazzetta dello Sport", il giallo de "L'Italia Oggi" l'aragosta de "Il Sole 24 Ore": Se non si riconoscono dal colore allora è perchè c'è stata una paziente cernita di pubblicità nei suoi svariati colori, o perchè la carta proviene da altre fonti: per esempio, pagine gialle o pubblicità in cassetta.
Il materiale usato non è comunque facilmente riconoscibile dal visitatore, che rimane sorpreso che la carta possa diventare abito e, di primo acchito, pensa che si tratti di lana, cotone, canapa o altri filati creati dalla tecnica moderna.
Dal 2005 Ivano ha iniziato a realizzare oggetti molto grandi con la carta dei giornali; é nata così l'installazione "zoom-in" composta da giganteschi ferri di legno, gomitolone e maglia.
Sono "work- in- progress". Il titolo delle opere realizzate é "tape-stry", arazzo che viene appeso alla parete con il ferro da maglia ancora infilato nell'ultimo giro, pronto ad allungarsi a piacere....Ogni tape-stry é unico, contrassegnato dai diversi segni grafici ottenuti dai punti diritti e quelli a rovescio, oltreché dal colore di fondo della carta e da quelli aggiunti per gli articoli, i titoli, le foto, la pubblicità ...

home page

home of the paper