ARTE/ECOLOGIA
"Lavoro un sacco"
 

"Lavoro un sacco" è una installazione  costruita con  fogli di quotidiani incollati fra loro e misura m. 4x8. Il "sacco" viene gonfiato con l’aria spinta dentro muovendone con le braccia l'estremità aperta.  Su richiesta si può entrare e camminare scalzi nel "ventre" dell’opera.

sacco1.JPG (8925 byte)

silvia.JPG (14474 byte)

sacco4.JPG (7916 byte)

sacco2.JPG (7882 byte) 

sacco9.JPG (6789 byte)

sacco10.JPG (14206 byte)

 

La prima esecuzione pubblica in Piazze e Vie di Firenze fu in occasione della manifestazione "Passi d’artista 1998" organizzata dall’Associazione "Artisti Contemporanei" Firenze Metropoli. Altri interventi: Parco F.Agosto - Forlì 1999, Piazza S. Spirito - Firenze 1999, Torre di Vada (Livorno) 1999. In questa ultima occasione il "Sacco" con il diametro di m. 2,50 era lungo metri 50.

elena2.JPG (25816 byte)elena1.JPG (30030 byte)

Accetto l'invito dell'Associazione "Facili Gusti - Cantiere Aperto" e domenica alle ore 14.00 raggiungo in bicicletta Piazza Duomo dove distendo il mio grande sacco fatto di quotidiani (metri 4 x 8) fra il  Battistero e il Palazzo Vescovile. Poi gonfio l'installazione con l'aria che spingo dentro muovendo con le braccia le estremità del "sacco". E' una giornata con il sole e nella Piazza c'e tanta gente.
Il sacco, nonostante abbia delle piccole fessure in più parti, si mantiene per ore gonfio. Con il sopraggiungere della sera la temperatura diminuisce, mentre  l'aria si mantiene più calda all'interno del sacco: ciò provoca lievi movimenti sulla superficie del giornale.
La "vitalità" dell'opera non è ovvia per molti, che hanno bisogno di toccarla per sincerarsi che si tratta solo di ... carta.
Alcuni entrano nel sacco e possono vedere trasformarsi il mondo in  rosa, con qualche costola scura
là dove la carta si sovrappone con la colla. A me sembrano i "costoloni" di una volta Romanico-Gotica e, in alcuni punti  addirittura la cupola del Duomo.

home page