"Itinerari d'Arte"

Installazione con le riviste - 1996 Foto di Ivano Vitali

Ivano Vitali - Particolare dell' installazione con "Flash Art" 

Installazione presentata per la prima volta alla mostra "Mail Art Prehistory"
in occasione di "Archeoexpo"di Forlì - XIII° Congresso U.I.S.P.P. 1996

 

itinerari3.gif (85049 byte)Ogni libro, rivista o quaderno ricevono una nuova forma che può ricordare un ventaglio o dei petali di fiori. Curvando le pagine su se stesse queste vengono fermate alla loro base perchè strette dalla curvatura delle altre. L’insieme di tanti libri, simili nella forma e diversi per il contenuto grafico, permette di creare infinite composizioni e chiunque può intervenire, per posizionare i libri, scegliere i testi e le immagini. Al termine di ogni azione, a documentazione avvenuta i libri vengono recuperati.





Ivano Vitali - Particolare dell' installazione Firenze ieri oggi domani 1996
L'installazione costruita in orizzontale o in verticale su un piano può essere vista da angolazioni e distanze diverse. In questo modo si perde la possibilità di leggere il testo ma occorre acquisire un nuovo linguaggio fatti di segni, colori e volumi. A secondo del tipo di libro o rivista usati, l'installazione è sottotitolata come Itinerari d'arte 1, 2, 3, ecc. I primi interventi sono stati creati con libri di Educazione Artistica, Firenze ieri oggi domani e Flash Art. Altri ne seguiranno.

Installazione e foto di Ivano Vitali

Particolare dell' installazione

ITINERARI  D'ARTE 1 di Ivano Vitali

 

Qualche anno fa mentre insegnavo storia dell’arte in una classe della Scuola Media, notai un alunno che si divertiva con le pagine del libro a creare nuove forme; rimasi meravigliato della sua inventiva e solo più tardi lo richiamai per avere tutta la sua attenzione. Quest’anno, in occasione della nuova adozione del libro di testo, ho ricevuto in omaggio dai rappresentanti delle Case Editrici molti libri. Questo fatto e il ricordo di quell’alunno mi hanno suggerito la "Combinazione 38".
Ogni libro, rivista o quaderno ricevono una nuova forma che può ricordare un ventaglio o dei petali di fiore.
Curvando le pagine su se stesse queste vengono fermate alla loro base perché strette dalla curvatura delle altre.
L’insieme di tanti libri, simili nella forma e diversi per il contenuto grafico, permette di creare infinite composizioni e chiunque può intervenire, per posizionare i libri, scegliere i testi e le immagini. Al termine di ogni azione , a documentazione avvenuta i libri vengono recuperati.
L’installazione costruita in orizzontale o in verticale su un piano può essere vista da angolazioni e distanze diverse. In questo modo si perde la possibilità di leggere il testo ma occorre acquisire un nuovo linguaggio fatto di segni, colori e volumi. A secondo del tipo di libro o rivista usati, l’installazione è sottotitolata come "Itinerari d’Arte 1, 2, 3 ecc. I primi interventi sono stati creati con i libri di Educazione Artistica, Firenze ieri oggi domani e Flash Art. Altri ne seguiranno

Firenze 1996

homepage