Spazio espositivo: Rocca Sforzesca Bagnara di Romagna (Ravenna)
Titolo dell’evento: Segni oltre il confine (20 anni dalla caduta del Muro)
Data vernissage: 23/01/2010
Data di chiusura: 31/01/2010 

Abstract di presentazione. La mostra “Segni oltre il confine (20 anni dalla caduta del Muro)” intende promuovere la necessitÓ della libera creazione artistica in opposizione all'idea di muro come limite dell'incomunicabilitÓ. 

Orari di apertura: sabato 10-13 e 15-18 domenica 10-13 e 15-18
Orario vernissage 0re 17,00

Patrocinatori : Comune di Bagnara di Romagna - Assessorato all’Istruzione - Istituto Comprensivo “Francesco d’Este” – Associazione Nazionale Ex Deportatati – Provincia di Ravenna

Eventuali recapiti specifici dell’evento: info e prenotazione visite scolaresche: 0545 905508

Curatore: Lamberto Caravita

Artisti: Maria Agata Amato - Mariano Bellarosa - Anna Boschi - Bruno Capatti - Antonio Caranti - Lamberto Caravita - Ego_Tek - Benedetta Jandolo - Renato Mancini - Tiziano Mainieri - Pietro Meletti - Rossella Ricci - Luca Rotondi - Emanuela Santoro - Enzo Savini - Scarlett & Vincenti - Renato Sclaunich - Superdrim - Ivano Vitali
-
Testo di presentazione: La mostra “Segni oltre il confine (20 anni dalla caduta del Muro)” intende promuovere la necessitÓ della libera creazione artistica in opposizione all'idea di muro come limite dell'incomunicabilitÓ. Il contesto scelto, una Rocca rinascimentale eretta a difesa di un vasto territorio governato da Caterina Sforza, risulterÓ fondamentale per la buona riuscita della rassegna e rilevante sarÓ la possibilitÓ di allestimento in piena libertÓ nei diversi luoghi, dalla sale interne, al cortile, dalla cinta muraria, fino nei sotterranei della Rocca. 

Durante l’inaugurazione, sabato 23 gennaio alle ore 17.00 e nel periodo d’apertura saranno proposti interventi creativi di 20 artisti di diversa provenienza; essi presenteranno lavori espressamente realizzati per rappresentare la memoria critica a vent'anni dalla caduta del muro di Berlino. 
Varie le forme d'arte: dalla performance all'installazione, dalla scultura alla fotografia, dalla poesia alla musica; gli artisti coinvolgeranno i presenti accompagnandoli nella visita e aiutandoli nella comprensione delle opere esposte. Impegnati in performance saranno: Bruno Capatti con “Wall” un’azione a completamento della sua installazione; Ego_Tek con un intervento di Street Art aiutato degli alunni della scuola media; infine Ivano Vitali con la performance “Muro portatile” realizzerÓ un muro recuperando quotidiani, poi visibile per l’intera durata della mostra. In seguito l’attrice Ginetta Fino reciterÓ microstoria su foto e note di Tiziano Mainieri e in conclusione un concerto pianistico presso l'auditorium parrocchiale.

La Rocca Sforzesca di Bagnara di Romagna rappresenta un luogo ideale per una mostra che ben si adatta agli intenti che l’Istituto comprensivo “Francesco D’Este” da anni si propone di raggiungere con il Progetto d’Istituto “Ricordare per capire” rivolto alle ultime classi della primaria e della secondaria di primo grado. Questa mostra rappresenta un’iniziativa dal forte valore storico e culturale capace non solo di far ricordare ai ragazzi, ma di far percepire, attraverso linguaggi che sono molto vicini a loro, i valori di quel momento. 
Oggi tanti sono i muri che purtroppo troviamo nella nostra societÓ. Il 1989, con la caduta del Muro di Berlino, pu˛ insegnare ai ragazzi anche ad affrontare al meglio le sfide di questo nostro mondo contemporaneo.

Comunicato stampa  e  Cartolina invito: lato A  lato B  

homepage

home of the paper