Galleria d'Arte Farneti
di Benedetta Farneti
Via degli Orgogliosi, 7 - 47100 Forlý. Tel. 0543/30337
DAL 26 SETTEMBRE AL 14 OTTOBRE 2009
IVANO VITALI
 
Il filo della tradizione
 
Inaugurazione Sabato 26 Settembre 2009 alle ore 17.00
Orari di apertura: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Chiuso Giovedý e festivi

rosabombon.JPG (51627 byte)

Ivano Vitali 2006 - Rosa bomb-on

Abito realizzato con il quotidiano "La Gazzetta dello Sport" e composto da gilet (2004), minigonna (2004) e bomb-on (2006).
Dress made with the newspaper "La Gazzetta dllo Sport" and composed of the gilet (2004), miniskirt (2004) and bomb-on (2006).
 
Ivano Vitali Ŕ un performer attivissimo nel sensibilizzare attraverso l'arte il rispetto per la natura, per i gesti semplici e fondamentali, per un'espressione autentica che rifugga dai facili effetti glamour oggi imperanti.
Vitali cresce a contatto con la natura, nelle valli argentane del Delta del Po. Studia all'Accademia di Belle Arti di Bologna, dove segue le lezioni di Flavio Caroli sull'Arte povera, quindi partecipa alla Settimana della performance tenuta da Renato Barilli.
A metÓ degli anni Settanta si trasferisce all'Impruneta, dove realizza le prime performance e installazioni usando i materiali che gli offre la natura: rami secchi, fascine e carta pressata.
Quindi nel 1992 fonda il Gruppo A.R.F. (Arte Ricerca Firenze) e nel 1997 comincia a documentare la sua attivitÓ sulla Rete.
Interessato a un'espressione che coniughi i materiali poveri esistenti, valorizzati nella loro semplicitÓ senza alcuna alterazione di tipo artificiale, trova nella carta dei quotidiani una fonte inesauribile di materia prima.
Vitali ama coinvolgere il pubblico presente alle sue performance che accompagna con il movimento del corpo e il suono della carta: strappa secondo il giusto verso le pagine dei giornali, le riduce in strisce pi¨ o meno sottili e muove la carta nello spazio con gesto preciso ed ieratico secondo movimenti spaziali, suoni e assemblaggi ogni volta diversi, che conferiscono all'azione un significato unico.
Con un laborioso lavoro di classificazione raccoglie e seleziona i fogli dei giornali, dividendoli secondo il colore di fondo, e crea opere di diversa dimensione: ora sono grandi e fragili installazioni che animano lo spazio come enormi e precarie ragnatele attraverso cui passare, ora sono piccole sculture compatte di raffinata bellezza.
La carta, a contatto dell'aria, tende ad ingiallire e di conseguenza tutti i colori diventano pi¨ caldi e ricordano la loro provenienza vegetale: infatti anche il legno quando viene tagliato ed esposto all'aria, ingiallisce.
Con un lungo e lento lavoro manuale, senza l'ausilio di forbici, colla o colori Vitali attorciglia strettamente le strisce di carta strappata, realizzando dei lunghissimi fili poi avvolti in gomitoli, che costituiscono la base delle successive lavorazioni. Il tempo lento, meditato, accompagnato dal ritmo del respiro, modella il filo che viene lavorato con giganteschi ferri da calza, uncinetti di varia dimensione e un telaio verticale, costruiti da Vitali con legno naturale non trattato.
E' con ferri giganteschi che tesse i grandi arazzi della serie "Tape-stries". Con fili sottili fittamente ritorti crea invece sculture di Wearable art (capi di abbigliamento non indossabili), sorprendentemente confezionati con "maglia di giornale": come l'abito "Rosa bombon" realizzato con la Gazzetta dello Sport, che suscita sconcerto percettivo nella veridicitÓ della foggia, della proporzione e della rifinitura.
Tra le ultime opere, esposte per la prima volta alla mostra di Forlý, un calzino e un guanto gigante che nelle loro sovradimensioni oltrepassano il riferimento ai semplici indumenti familiari e si trasformano in opere ambientali.

Milano - luglio 2009                                                                                                                Renata Pompas

Note
Ivano Vitali vive da lungo tempo in Toscana, tuttavia Ŕ nato a Campotto di Argenta (Ferrara) da genitori romagnoli: il padre di Bertinoro (FC) e la madre di Meldola (FC) vivono adesso a Forlý. Scuole: Istituto d’Arte di Forlý (1966-1969) e Accademia di Belle Arti di Bologna (1969-1973).
Opere di carta riciclata esposte nella mostra 

Gomitoli
“Giallo” 2006 Gomitolo ě 18 cm - filo ě 2 mm – lungo 115 m 
“Verde” 2007 Gomitolo ě 11,50 cm - filo ě 1,5 mm - lungo 49 m.
“Rosso” 2007 Gomitolo ě 12,5 cm filo ě 2/3 mm
“La Nazione sport” 2009 Gomitolo ě 22cm filo ě 6 mm
“El PaÝs” 2009 Gomitolo ě 12 cm - filo ě 1,2 mm - lungo 192 m. - tempo 42 h.
“L’UnitÓ” 2009 Gomitolo ě 14 cm - filo ě 1,2 mm - lungo 201,6 m - tempo 42 h.
“Corriere Romagna di Forlý e Cesena” 2009 Gomitolo ě 11 cm - filo 1/2 mm – lungo 128,50 m
“La Padania - La Voce del Nord” 2009 Gomitolo ě 11,50 cm - filo ě 1,5 mm - lungo 65,5 m.
“La Voce di Romagna-Sport” 2007 Gomitolo ě 13cm - filo ě 3 mm
“Mani di Fata” 2007 - Gomitolo ě 28 cm - filo ě 10 mm

Arazzi
Tape-stry 2008 - realizzato con la carta bianca dei quotidiani - Lungo 244 cm
Tape-stry 2009 - realizzato con la pubblicitÓ verde. Maglie 50 - Filo ě 8/10 mm - lungo 244 cm
Tape-stry 2009 - realizzato con “La Voce di Romagna-Sport”. Maglie 30 - h. 64 cm - lungo 122,5
Tape-stry 2009 - realizzato con la “Gazzetta dello Sport”. Maglie 36 - h. 64 cm - lungo 122,5
Tape-stry 2009 - realizzato con “il Resto del Carlino” Maglie 32 - h. 66 cm - lungo 122,5

Oggetti
“Gomitolo multicolore” con ferri da maglia e realizzato con la pubblicitÓ in cassetta.
“Venerdý senza pesce” 2009 Gomitoli realizzati con “Il Venerdý” de “La Repubblica” in vaso di vetro
“Maxi calzino” 2008 - realizzato con il “Corriere della Sera” – h.160 cm
“Maxi guanto” 2009 - realizzato con “il Sole 24 ore”

Vestiti
"Rosa bomb-on" 2006 - Abito realizzato con il quotidiano "La Gazzetta dello Sport" e 
composto da gilet (2003) collana, minigonna (2004) e bomb-on (2006).

Collage
Gomitolo “Il Resto del Carlino” 2008-2009 - h. 70 cm x 50 cm (Tecnica mista)

home page

home of the paper